Responsive Ad Area

Share This Post

Fashion / Featured Slider

DIFFERENZE TRA..GENITORI, EDUCATORI, ALLENATORI….

DIFFERENZE TRA..GENITORI, EDUCATORI, ALLENATORI….

IL JUDO E’ SCUOLA DI VITA

Voi guardate i vostri figli di 13-15-17 anni e avete nella mente i cuccioli indifesi che avete cresciuto, ancora dei BAMBINI

Noi che li abbiamo conosciuti più grandi, vediamo i vostri figli come PERSONE di 13-15-17 anni.

 

Voi considerate spesso vostro figlio NON capace di prendere decisioni perché ancora immaturo.

Noi aiutiamo i vostri figli a riconoscersi come PERSONE capaci di prendere decisioni e sul tatami, pretendiamo che prendano decisioni, ci dispiace quando prendono quelle sbagliate, cerchiamo di correggerli, ma non ci sostituiamo mai a loro.

 

Voi per proteggere ed aiutare vostro figlio, tentate di risolvergli tutti i PROBLEMI: se va male a scuola cercate qualcuno che gli dia ripetizioni; se il professore è severo e da troppi compiti, andate da lui a lamentarvi; se l’allenatore urla apriti cielo….tutto questo anche se vostro figlio è sereno e accetta le critiche…l’eccesso di protezione rischia di farvi sostituire a lui.

 

Noi non vogliamo e non possiamo risolvere i problemi dei vostri figli, cerchiamo di allenarli fisicamente e mentalmente per dare loro gli STRUMENTI per poter risolvere i problemi sul tatami. Noi non possiamo combattere al posto loro, forniamo loro occasioni per mettersi alla prova, sperimentarsi e compiere i primi passi verso una vita autonoma. Noi non possiamo proteggerli dall’avversario, non possiamo e non vogliamo combattere al posto loro, ma possiamo aiutarli a credere nelle loro capacità, a diventare PROTAGONISTI della loro vita, sempre più consapevoli dei propri mezzi.

 

Voi a volte vedete che vostro figlio è STANCO e quindi gli permettete di saltare l’allenamento, oppure di non andare a scuola perché è rientrato tardi dalla gara, perché si addormenta sul divano ecc…lo fate per proteggere il “cucciolo” senza considerare che cosi facendo rischiate di indebolire la sua determinazione, la sua forza mentale.

Noi esortiamo i vostri figli a superare l’ostacolo della stanchezza, a tener duro, a superare i propri LIMITI per ottenere un miglioramento; resistere per altri due minuti anche se hanno sulle braccia e sulle gambe il carico dell’incontro precedente; di ragionare anche se si sentono esausti. Cerchiamo di fortificare la loro resilienza, perché questo è allenabile, cosi come è possibile diventare sempre più consapevoli delle loro capacità. Prestiamo la massima attenzione al benessere fisico dei vostri figli, sappiamo identificare quando un ragazzo e stanco e va fermato. La nostra priorità non sono le vittorie, ma i vostri figli.

 

Voi spesso avete aspettative nei vostri figli e faticate ad accettare un fallimento: se ha un debito è un dramma; se prende un brutto voto o  se per caso viene bocciato…..

Noi accettiamo le sconfitte se sono il frutto di uno SFORZO massimo per combattere bene, e insegniamo ai vostri figli che la cosa importante è uscire dal tatami avendo dato tutto, avendo fatto il massimo delle proprie possibilità, ad uscire dal tatami consapevoli di avere fatto il proprio dovere. Quando cosi non è allora ci arrabbiamo, ma non per la sconfitta, bensi per il modo in cui essa nasce, cosa incredibile è che i vostri figli si rendono conto da soli di questo e non hanno neanche bisogno del nostro rimprovero.

Noi li riteniamo persone capaci di valutare le situazioni da soli cercando di risolvere il problema, noi li spingiamo ad assumersi le RESPONSABILITA’ delle proprie azioni.

 

Voi spesso mal sopportate le REGOLE, da voi definite rigide, che noi diamo ai vostri figli, a volte suggerite anche modi per evitarle.

Noi invece diciamo ai vostri figli che le regole vanno rispettate perché in gruppo non si è soli ed il rispetto verso l’altro è la base. Ormai ovunque si parla di senso del DIRITTO, noi trasmettiamo il senso del DOVERE…e  il JUDO, in particolare si pone come obiettivo di trasmettere questo cercando di far capire che ogni scelta comporta una conseguenza ed i problemi vanno affrontati non nascosti.

 

Voi spesso trasmettete ai vostri figli che partecipare ad una competizione importante è un diritto e quando ciò gli viene negato, viene vissuto come un rifiuto che spesso li porta a mollare e non a LOTTARE.

Noi invece facciamo capire che il diritto che hanno è di essere seguiti e di ricevere lo stesso insegnamento degli altri, ma i frutti raccolti sono diversi perché gli alberi sono diversi e nel judo le DIFFERENZE fisiche, mentali, tecniche sono importanti…ma ognuno ha un ruolo e quando si ha la consapevolezza di ciò che si è, allora ci si può esprimere al meglio e, soprattutto, migliorare.

Noi vogliamo essere sinceri con i vostri figli, anche se a volte possiamo dire cose spiacevoli, sappiamo che possa farli barcollare, ma non possiamo mentire loro…siamo li però ad indicargli la strada per poter migliorare e rialzarsi.

Noi facciamo capire ai vostri figli che è importante IMPEGNARSI per ottenere il massimo.

Voi AMATE vostro figlio.

Noi amiamo i vostri figli.

 

Noi sappiamo che VOI, GENITORI della SHENTAO, correte i rischi descritti, ma siete molto meglio di così, e che sapete accettare anche le decisioni sbagliate degli arbitri.

 

Noi speriamo di essere come gli ALLENATORI e gli EDUCATORI descritti qui, ma per farlo VOI aiutateci ad esserlo.

ABBIAMO BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO

 

 

Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register

Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti